AIUTACI A MANTENERE FORUMTROMBA IN VITA



conservatorio da privatista

Impostazione e studio della tromba

Moderatori: IKA, Amministratori

conservatorio da privatista

Messaggioda lucadt74 il gio set 02, 2010 2:56 pm

attualmente si può fare il corso di tromba al conservatorio da privatista? esistono dei limiti di età? l'iter quale sarebbe? quello di sostenere prima l'esame di teoria e solfeggio e poi tutti gli altri strumentali e teorici con una semplice domanda di esame ? grazie e ciao a tutti..
lucadt74
_
_
 
Messaggi: 31
Iscritto il: sab feb 06, 2010 12:51 am

Re: conservatorio da privatista

Messaggioda ringhio il gio set 02, 2010 4:15 pm

che mi risulti a me, a Bologna, da privatista nn si può fare anche perchè c'è la frequesnza obbligatoria.
ringhio
____
____
 
Messaggi: 178
Iscritto il: gio giu 05, 2008 6:11 pm

Re: conservatorio da privatista

Messaggioda DOREMI71 il gio set 02, 2010 5:30 pm

Per esperienza personale ti dico che non tutti i conservatori accettano privatisti , io a luglio ho dato il compimento come privatista a Palermo mentre a Caltanissetta non li accettano e comunqeu come privatista non c'è limite di età
DOREMI71
____
____
 
Messaggi: 184
Iscritto il: gio apr 10, 2008 11:57 am
Località: Prov Palermo

Re: conservatorio da privatista

Messaggioda bubbermiley il gio set 02, 2010 8:40 pm

Ti conviene chiamare un conservatorio che conosci e chiedere perchè, da quel che so io e che mi avevano detto molti docenti dei vari istituti, con la nuova riforme che prevede la trasformazione dei conservatori in alta formazione artistico musicale (università) molte cose sono cambiate e tra queste anche la possibilità o meno di accetare i privatisti.
bubbermiley
 

Re: conservatorio da privatista

Messaggioda Nelareva il mar set 07, 2010 10:42 am

Confermo che anche io ho letto che i conservatori non accetteranno più privatisti...
cosa che non mi trova per niente d'accordo, anche perchè io mi sono diplomata da privatista...
in più, da quel che ho capito, quindi prendetela col beneficio d'inventario, sembra che non accetteranno
neanche più chi ha gli esami "in fieri"...
personalmente trovo che almeno chi ha iniziato dovrebbe avere l'opportunità di finire...
comunque già ai miei tempi (parlo come una novantenne eheheh) si ventilava questa eventualità...
e alla fine non hanno mai fatto nulla...

In più ci sono molte cose che non capisco di questa riforma e riguarda gli allievi interni:
1)ma chi è stato ammesso ai corsi tradizionali e magari fa 2^ liceo, com'è possibile che da un anno all'altro
possa frequentare un'università?
2)come possono comprimere corsi decennali in corsi da 3+2?

Il mio parere è il seguente: deve esserci per forza un periodo transitorio, durante il quale far andare ad esasurimento i vecchi corsi...

ma i mie dubbi sono altri...se il conservatorio diventa un' università, uno dovrà scegliere se frequentare solo quello o se
scegliere un altro mestiere, poichè in Italia vige l'incompatibiità di frequenza tra facoltà universitarie...
Ora io penso: finchè una volta potevi frequentare università e conservatorio, la gente faceva salti mortali, am almeno si assicurava un'altra carriera oltre a quella musicale...ma adesso? quanti saranno i coraggiosi che sceglieranno di intraprendere la sola carriera musicale?(visto che in Italia la situazione è quella che è..)

Spero di no aver urtato la sensibilità di ognuno...le mie affermazioni naturalmente sono opinabili, se ho sbagliato qualcosa correggetemi pure, almeno imparo qualcosa di nuovo!

Un bacione a tutti!
Luana
Immagine
Non dobbiamo far vedere quanto siamo bravi, ma far vedere quanto è bella la musica...©®
Andrea Tofanelli ha scritto:Nelareva, detta La Spada della Conoscenza Colonnosonoristica...
Avatar utente
Nelareva
.
.
 
Messaggi: 1357
Iscritto il: lun giu 13, 2005 12:23 am
Località: Torino

Re: conservatorio da privatista

Messaggioda andreache il mar set 07, 2010 11:52 am

Per quanto riguarda il punto 1, sei ammesso al triennio anche se non hai finito le superiori, però non lo puoi finire finchè non hai il diploma di scuola superiore perchè giustamente come dici tu non puoi l'università con il secondo anno del liceo. Praticamente è un'agevolazione per finire un po' prima. Per gli altri punti che hai citato è tutto corretto, almeno per quanto ne so io. Ciao
andreache
____
____
 
Messaggi: 101
Iscritto il: mar nov 13, 2007 11:36 am
Località: Trieste

Re: conservatorio da privatista

Messaggioda Ghero il mar set 07, 2010 11:55 am

ad un paio di domande ti posso rispondere.
Nelareva ha scritto:Il mio parere è il seguente: deve esserci per forza un periodo transitorio, durante il quale far andare ad esasurimento i vecchi corsi...

I corsi tradizionali andranno ad esaurimento come hai ipotizzato.
Nelareva ha scritto:2)come possono comprimere corsi decennali in corsi da 3+2?

i conservatori e istituti pareggiati dovrebbero fare anche dei corsi preparatori che ti portano a livello diplomino finiti i quali c'è l'esame di ammssione ai trienni e successivamente al biennio, questi corsi però si ahciaro non rilasciano alcun titolo di studio.
Il problema grosso è la questione fondi perchè chiaramente questi corsi preparatori hanno dei costi e con i tagli alla cultura chi è di ruolo divrà fare salti mortali per incastrare tutto.
Immagine

Sono un prototipo di Dio, un mutante dall'elevato potenziale mai preso in considerazione per una produzione di massa...

...e forse è un bene ! ! !
Avatar utente
Ghero
.
.
 
Messaggi: 3205
Iscritto il: dom dic 30, 2007 7:19 pm
Località: cremona

Re: conservatorio da privatista

Messaggioda andreache il mar set 07, 2010 12:00 pm

Ghero, quello che hai scritto è vero solo in parte, i corsi preparatori ci sono ma vengono riservati ai bambini/ragazzi. Se per entrare ad un triennio (quindi livello diplomino) ci sono tre posti, e si presentano 3 cani, non li mandano a fare il corso preparatorio, li prendono comunque perchè devono riempire i posti e soprattutto il bilancio. tutto quello che scrivo è stato personalmente riscontrato ovviamente, non solo nelle classi di tromba e trombone...
andreache
____
____
 
Messaggi: 101
Iscritto il: mar nov 13, 2007 11:36 am
Località: Trieste

Re: conservatorio da privatista

Messaggioda Ghero il mar set 07, 2010 12:06 pm

vero quello che dici infatti non ho detto il contrario, ho detto che i vari istituti offriranno anche dei corsi preparatori ma non sono un percorso obbligatorio per chi vuole fare il triennio però se ci sono 3 cani che fanno l'ammissione al triennio e 3 bravi che arrivano dai corsi preparatori secondo te chi prenderanno?
Poi so bene anch'io che per tenere piene le classi c'è la tendenza a prendere cani e porci.
Immagine

Sono un prototipo di Dio, un mutante dall'elevato potenziale mai preso in considerazione per una produzione di massa...

...e forse è un bene ! ! !
Avatar utente
Ghero
.
.
 
Messaggi: 3205
Iscritto il: dom dic 30, 2007 7:19 pm
Località: cremona

Re: conservatorio da privatista

Messaggioda andreache il mar set 07, 2010 12:20 pm

Ma è ovvio, anche se non troppo, che in linea di massima chi suona meglio entra...però volevo sottolineare il fatto che non c'è una grande selezione, e questo è il punto focale. Quando ero piccolo ho fatto l'ammissione al conservatorio, con prova di strumento, prova di teoria e ritmica. Ogni anno se non avevi l'8 dovevi fare gli esami, e se nonl i superavi perdevi l'anno. Adesso che è un'università e dovrebbe essere ancora più impegnativo e selettivo...

Va detta secondo me una cosa essenziale sulla creazione dei trienni+bienni...
L'idea di base potrebbe non essere sbagliata, solo che come al solito in Italia facciamo le case cominciando dal tetto, quindi ci siamo trovati ad avere l'università musicale, senza avere soto la scuola superiore musicale che esite da pochissimo tempo (a Trieste dal 13 settembre 2010). E qui rientriamo in quello che diceva Ghero, corso preparatoio(liceo musicale) e dopo l'Università(triennio). Fa sorridere il fatto che il triennio esiste già da una decina d'nni più o meno...
andreache
____
____
 
Messaggi: 101
Iscritto il: mar nov 13, 2007 11:36 am
Località: Trieste

Re: conservatorio da privatista

Messaggioda Ghero il mar set 07, 2010 12:29 pm

corsi preparatori e liceo musicale sono due cose distinte attenzione.
Il liceo musicale è una scuole superiore che rilascia la maturità, i corsi preparatori sono "normali" corsi di musica che non ti lasciano nessun tipo di titolo di studio, se poi un liceo musicale offre la possibilità di prepararsi all'ingresso in conservatorio tanto meglio ma corsi e licei sono cose distinte.
Poi non c'è una gran selezone in virtù dei posti disponibili, vedi che se ci sono tante richieste e pochi posti le selezioni le fanno, potrebbe capitare anche che uno faccia l'ammissione al triennio ma non essendo idoneo venga dirottato ai corsi preparatori, poi stà al candidato decidere se farli o meno, uno per antrare al triennio ppuò anche seguire una preparazione privata non per forza i corsi.
Immagine

Sono un prototipo di Dio, un mutante dall'elevato potenziale mai preso in considerazione per una produzione di massa...

...e forse è un bene ! ! !
Avatar utente
Ghero
.
.
 
Messaggi: 3205
Iscritto il: dom dic 30, 2007 7:19 pm
Località: cremona

Re: conservatorio da privatista

Messaggioda Ghero il mar set 07, 2010 12:34 pm

Nelareva ha scritto:quanti saranno i coraggiosi che sceglieranno di intraprendere la sola carriera musicale?(visto che in Italia la situazione è quella che è..)


quello che dici è giusto ma se ci pensi è al pari di altre facoltà o lavori, come ben sappiamo ci sono laureati che fanno lo spazzino (con tutto il rispetto per gl'operatori ecologici) o che fanno consegne o altri lavori perchè non sono riusciti ad inserirsi nel loro campo.
Immagine

Sono un prototipo di Dio, un mutante dall'elevato potenziale mai preso in considerazione per una produzione di massa...

...e forse è un bene ! ! !
Avatar utente
Ghero
.
.
 
Messaggi: 3205
Iscritto il: dom dic 30, 2007 7:19 pm
Località: cremona

Re: conservatorio da privatista

Messaggioda andreache il mar set 07, 2010 12:37 pm

Stiamo parlando di due cose diverse. Ho citato il liceo come corso preparatorio, perchè è il sostituto di fatto dei primi anni di conservatorio prima del diplomino, tutto qua.
andreache
____
____
 
Messaggi: 101
Iscritto il: mar nov 13, 2007 11:36 am
Località: Trieste

Re: conservatorio da privatista

Messaggioda Giovanni Abbiati il mar set 07, 2010 3:08 pm

In linea di massima, tra un bel po' di anni quando le riforme saranno consolidate, dovrebbe avvenire ciò, con tutte le lacune implicite:
- scuola media ad indirizzo musicale (preparatorio)
- liceo musicale (previo superamento esame di ammissione)
- corso universitario in conservatorio o istituto pareggiato riservato a chi ha frequentato il liceo musicale (2+2 o 3+2, non lo so ancora), in cui si potrà conseguire la laurea breve e quella di II livello.

La lacuna più grossa è la mancanza di corsi per gli strumenti meno diffusi nella maggior parte di scuole medie ad indirizzo musicale e successivi licei (contrabbasso, fagotto, arpa, organo...)
Avatar utente
Giovanni Abbiati
________
________
 
Messaggi: 2727
Iscritto il: sab apr 21, 2007 12:19 pm
Località: Bergamo

Re: conservatorio da privatista

Messaggioda Nelareva il mar set 07, 2010 8:21 pm

Ghero ha scritto:
Nelareva ha scritto:quanti saranno i coraggiosi che sceglieranno di intraprendere la sola carriera musicale?(visto che in Italia la situazione è quella che è..)


quello che dici è giusto ma se ci pensi è al pari di altre facoltà o lavori, come ben sappiamo ci sono laureati che fanno lo spazzino (con tutto il rispetto per gl'operatori ecologici) o che fanno consegne o altri lavori perchè non sono riusciti ad inserirsi nel loro campo.



Non voglio andare in OT...lo ben so Ghero...io sono una di quelli, sebbene io faccia un lavoro che mi piace tantissimo!!!

però mi ha fatto riflettere il fatto che comunque io, da privatista ho preso il diploma e ho potuto frequentare l'università (anche se ora faccio tutt'altro)...
fossi io a fare le leggi toglierei l'incompatibilità tra università in generale...
Immagine
Non dobbiamo far vedere quanto siamo bravi, ma far vedere quanto è bella la musica...©®
Andrea Tofanelli ha scritto:Nelareva, detta La Spada della Conoscenza Colonnosonoristica...
Avatar utente
Nelareva
.
.
 
Messaggi: 1357
Iscritto il: lun giu 13, 2005 12:23 am
Località: Torino


Torna a Approccio allo strumento

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti